Coaching

W A B CUn argomento emergente che ci rimanda a una immagine familiare: l’allenatore di una squadra sportiva. Il risultato di una squadra vincente sta nella capacità dei singoli giocatori di mobilitare le proprie capacità secondo le energie disponibili in quel momento. Le abilità divengono visibili, reali e affidabili punti di forza.

Il Coaching (to coach: allenare) offre percorsi di potenziamento delle personali attitudini, abilità e competenze aiutando il soggetto a prendere contatto con le proprie caratteristiche complessive grazie alla scoperta e all’identificazione delle proprie motivazioni personali. Nel mondo del lavoro, il Coaching supporta il Manager a focalizzare il bagaglio di competenze e orientamenti comportamentali e professionali complessivi necessari per la messa a punto di progetti particolari, momenti di apprendimento intensi, raggiungimento di migliore stabilità complessiva. Inoltre è possibile stabilire percorsi brevi particolarmente focalizzati (brief coaching). Molto utile inoltre si dimostra il Coaching nei momenti di crisi per garantire il recupero delle energie e dei livelli di autostima necessari oltre a modificare e migliorare velocemente i livelli di caduta e di disorientamento. Nelle situazioni di “induction” in cui il cambiamento di ruolo e di contesto possono rivelarsi critiche e costituiscono un momento delicato e strategico per la garanzia di performance attesa sia del Manager e sia dell’Impresa che lo ha scelto. L’allenamento guidato attraverso la pratica offre alla persona la possibilità di sperimentare, correggere, mutuare fino a consolidare i propri tratti comportamentali nel perseguire i propri obiettivi secondo una propria e personale Leadership. Il Coaching allena i team nel raggiungimento dei propri successi. Il Coaching collabora e supporta le aziende nell’individuare le competenze e le potenzialità delle proprie persone avendone piena conoscenza e consapevolezza. A tale fine si organizzano momenti di assessment specialistici e finalizzati.